Una piazza, un divertimento, uno stimolo:
giochiamo sull’identità per recuperarla.

Spezzino Vero è nato nel 2011 a Milano, nella lontananza dalla Spezia, esperienza purtroppo comune per i tanti ragazzi spezzini che cerchino di mettere a frutto i propri studi nel mondo del lavoro.

Nato come pagina Facebook, si propone l’obiettivo di riscoprire, recuperare e raccontare e con leggerezza le tracce dell’identità spezzina che la storia e la vita moderna hanno disperso.

Campanilista, ma lontano dagli eccessi, Spezzino Vero getta uno sguardo spezzino sulla vita.

Campanilista, ma lontano dagli eccessi, attraverso l’ironia e l’autoironia getta uno sguardo tipicamente spezzino sulla vita. In questo modo costruisce uno spazio di dibattito, di gioco, di ragionamento a disposizione di tutti.

Spezzino Vero vuole essere una piazza – a disposizione degli spezzini – e uno strumento di promozione per le località e le attività della provincia.

La politica editoriale

La politica editoriale del sito e della pagina Facebook è tracciata in assoluta autonomia da Spezzino Vero stesso.

Non esistono argomenti o opinioni banditi a priori, né censura, ma viene applicato – anche nella moderazione dei commenti – il criterio della civiltà.

Crediamo che un dibattito utile sia un dibattito pulito.

Per questa ragione non sono permessi insulti personali, incitamenti alla violenza, al razzismo o ad altri comportamenti illeciti.

Nel mantenimento di un dibattito decorso – per quanto vivace – sulla pagina Facebook, gli amministratori si impegnano a non bannare nessun iscritto (se non in casi di provocazioni eclatanti). Commenti ritenuti inappropriati possono venire nascosti o cancellati, quando possibile fornendone spiegazione all’autore.

Spezzino Vero e la pubblicità

Vogliamo offrire la possibilità di raggiungere il maggior numero di persone possibile a chi lavora bene e vogliamo farlo nella maniera giusta.

Pensiamo che la pubblicità sia un servizio tanto per chi ha un’attività da propagandare quanto per i consumatori: intendiamo proporci come punto d’incontro e di condivisione di esperienze.

Sulla pagina Facebook non è ammessa pubblicità a pagamento. Gli eventi che vengono promossi o propagandati sono iniziative pubbliche o di beneficenza oppure hanno grande valenza informativa.

A nessun commerciante o imprenditore è impedito parlare della propria attività nei commenti.